Disegno - (9 cfu)

Prof. Chiara Vernizzi Tel. 0521-905936 - Fax. 0521-905924
  E-mail. chiara.vernizzi@unipr.it
 


Finalità

L’obiettivo del corso è rendere gli allievi ingegneri capaci di tradurre in rappresentazioni normativamente corrette i modelli geometrici tridimensionali propri dell’edilizia e dell’architettura, nonché di saper comprendere gli stessi dalla lettura dei disegni tecnici e della cartografia.
Il Disegno, infatti, è il linguaggio privilegiato attraverso cui si esprimono le operazioni di analisi e le intenzionalità progettuali nell’ambito degli interventi costruttivi inerenti l’Ingegneria Civile, sia esso espresso attraverso tecniche di rappresentazione tradizionali o assistite dal calcolatore.

Programma

Il corso è svolto attraverso due gruppi di lezioni teoriche che saranno sviluppate in successione: prima quelle il cui contenuto è composto essenzialmente dai temi della Geometria Descrittiva per fare conoscere le diverse modalità proiettive attraverso cui si possono elaborare i disegni (proiezioni ortogonali, proiezioni quotate, proiezioni parallele o assonometriche, proiezioni centrali o prospettiche, teoria delle ombre e applicazioni omologiche tra i diversi metodi proiettivi), anche al fine di omogeneizzare le capacità espressive di allievi provenienti da diversi percorsi didattici medio-superiori; successivamente si svolgeranno le lezioni inerenti la rappresentazione dei tipici temi dell’Ingegneria Civile alle diverse scale di rappresentazione (rappresentazione del territorio, della città, delle strutture edilizie e dell’architettura, fino alle scale esecutive) per rendere gli studenti in grado di esprimere graficamente i contenuti dei corsi successivi imperniati sulle realizzazioni antropiche in ambito costruttivo.

Attività d'esercitazione

Per consentire l’apprendimento continuo e progressivo dei sistemi di rappresentazione si svolgeranno parallelamente le esercitazioni che consisteranno nella elaborazione di tavole grafiche, che verranno costantemente corrette, e i cui temi seguiranno esattamente quelli delle lezioni, per poter verificare insieme nei laboratori di Disegno e di Informatica di Base, l’apprendimento sia delle metodologie di rappresentazione che delle tecniche. Vista, infatti, la diversa provenienza scolastica degli allievi, verranno realizzate in laboratorio anche specifiche lezioni per l’apprendimento di base delle tecniche informatiche per l’elaborazione dei disegni.

Modalità d'esame

Per gli studenti che durante il corso hanno svolto le tavole grafiche di Geometria Descrittiva, nonché sostenuto positivamente la prova ex tempore effettuata alla fine del primo ciclo di lezioni, l’esame si svolgerà in forma orale e verterà sui contenuti delle lezioni svolte sui temi della Geometria Descrittiva e sulla discussione della tavola finale della ricerca preventivamente concordata con le docenza, nonché delle relative tematiche inerenti il Disegno Edile.
Gi studenti che non eseguono o non superano la prova ex tempore, dovranno sostenere una prova scritta, sempre inerente i contenuti della Geometria Descrittiva (le cui tavole sono comunque da realizzare) per l’ammissione all’esame orale finale, che riguarderà i contenuti delle lezioni svolte sui temi della Geometria Descrittiva e sulla discussione di una tavola finale preventivamente concordata con le docenza, nonché delle relative tematiche inerenti il Disegno Edile.

Testi consigliati

S. Coppo: Disegno e Geometria, I vol. de “ Il Disegno e l’Ingegnere”, Levrotto e Bella, Torino, 1987.
G. Ceiner: Teoria delle Ombre, II vol. de “ Il Disegno e l’Ingegnere”, Levrotto e Bella, Torino, 1991.
P. Giandebiaggi: Omologia e Disegno, III vol. de “ Il Disegno e l’Ingegnere”, Levrotto e Bella, Torino, 1996.
M. Docci: Manuale di Disegno Architettonico, Laterza, Bari, 1990.
C. Vernizzi: Parma e la via Emilia. Città storica, città moderna e asse fondativo: rilievo e rappresentazione, Mattioli 1885, Fidenza, 2004.


Ultimo aggiornamento: 07-12-2005


Chiudi la finestra