( english version )
Chimica C ( 5 CFU )
Prof. Franco Ugozzoli
     Tel. 0521.905417 - Fax. 0521.905557           E-mail. franco.ugozzoli@unipr.it           Home page. http://www.chim.unipr.it/ugozzoli.html

Finalità
Fonire gli strumenti teorici per interpretare e prevedere, sotto gli aspetti qualitativi e quantitativi, i processi chimici che determinano l’ inquinamento dell’ ambiente e quindi sono di competenza dell’ Ingegneria per l’ ambiente e il territorio.

Programma
Chimica ambientale dell’ aria. Gli inquinanti principali. Le piogge acide. Lo smog fotochimico. Il buco dell’ ozono. L’ effetto serra.
Chimica ambientale dell’ acqua. Ioni in soluzione. Complessazione e chelazione in acqua. Microorganismi e batteri nell’ acqua. Trasformazioni microbiche in acqua. Inquinamento delle acque. Natura e tipi di inquinanti.
Chimica ambientale del suolo. Le fasi solide. I rapporti acqua-terreno. Il pH del suolo e la sua regolazione.
Introduzione all’ analisi chimica. Classificazione dei prodotti chimici secondo le normative CEE. Norme di sicurezza.
Saggi qualitativi. Saggi al filo di platino. Saggi per via secca. Saggi con acido solforico.
Analisi Volumetriche. Standard primari ( Standard acidimetrici e alcalimetrici, standard redox, standard per argentometria, standard per complessometria). Titolazioni acido-base. Titolazioni Red-Ox. Titolazioni per precipitazione. Titolazioni complessometriche. Titolazione con EDTA.
Metodi gravimetrici di analisi. Termogravimetria (TGA). Analisi termica differenziale (DSC). Determinazione della percentuale dei carbonati in un terreno.
Metodi elettrochimici di analisi. Analisi elettrogravimetrica. Analisi potenziometrica. Conduttimetria.
Tecniche di separazione e di purificazione. Filtrazione. Centrifugazione. Cristallizazione. Estrazione con solvente. Distillazione. Tecniche cromatografiche.
Caratterizzazione delle sostanze. Determinazione delle proprieta’ fisiche: a) punto di fusione b) punto di ebollizione c) densita’.
Metodi settroscopici. Spettrometria di massa. Spettroscopia UV-visibile. Spettroscopia IR. Cenni alla spettroscopia di risonanza magnetica nucleare (NMR). Diffrazione di raggi X.
Elettrodi selettivi e Sensori. Riconoscimento molecolare e selettività. Dispositivi ISE (Ion Selective Electrode) e ISFET (Ion Selective Field Effect Transistor). Mass sensors. I “nasi artificiali”.
La radioattivita’ come metodo di analisi. La legge del decadimento radioattivo. Metodi di datazione mediante radiocarbonio.
Protocolli di analisi quantitativa. Determinazione gravimetrica dei solfati nelle acque naturali. Determinazione della richiesta chimica di ossigeno (COD). Determinazione del calcio e del magnesio nell’ acqua. Determinazione della durezza (totale, temporanea e permanente) in un campione di acqua.

Attività d'esercitazione
Il corso e’ corredato da esercitazioni atte a sviluppare gli aspetti quantitativi di ogni argomento trattato. Inoltre per ogni capitolo vengono risolti esercizi “tipo” che consentono di imparare ad utilizzare gli strumenti teorici consentendo un buon approfondimento degli argomenti trattati.

Modalità d'esame
L’ esame consiste in una prova scritta consistente nella risoluzione di un certo numero di problemi relativi agli argomenti trattati nel corso. Il superamento di detta prova permette l’ ammissione alla prova orale.

Propedeuticità
E’ ovviamente necessario che lo studente abbia superato l’ esame di Chimica AB.

Testi consigliati
S. E. Manahan, Chimica dell’ ambiente, ed. Piccin. L. Radaelli, L. Calamai, Chimica del terreno, ed. Piccin.

 
stampa il programma ~ torna indietro