( english version )
Trasmissione numerica A ( 5 CFU )
Prof. Riccardo Raheli
     Tel. 0521.905761 - Fax. 0521.905758           E-mail. raheli@unipr.it           Home page. http://www.tlc.unipr.it/raheli/

Finalità
Il corso si propone di presentare i fondamenti teorici dei moderni sistemi di trasmissione numerica e gli elementi necessari alla loro progettazione.

Programma
I parte - Tecniche di codifica per il controllo degli errori
Schemi di rivelazione e correzione degli errori - Schemi di richiesta automatica di ritrasmissione (ARQ). Schemi di correzione diretta degli errori (FEC). Codici a ripetizione. Codici a controllo di paritą. Guadagno e costo della codifica. Interlacciamento di bit. Vettori di codice e distanza di Hamming. Capacitą di controllo degli errori di un dato codice. Tasso di codifica e ridondanza. Analisi delle prestazioni di sistemi FEC. Procedure di ritrasmissione ARQ. Analisi delle prestazioni di sistemi ARQ. Cenno sui sistemi ARQ ibridi.
Codici a blocchi - Codici lineari sistematici a blocchi. Rappresentazione matriciale di un codice lineare a blocchi. Codici di Hamming. Decodifica a sindrome a massima verosimiglianza. Esempio di decodifica di un codice di Hamming (7,4). Codici ciclici. Scorrimento ciclico e polinomi di codice. Polinomio generatore di un codice ciclico. Codici sistematici. Codifica e decodifica come resto di una divisione fra polinomi. Esempio di un codice di Hamming (7,4). Realizzazione circuitale di codificatori e decodificatori per codici ciclici. Cenno sui codici BCH e CRC. Cenno sui codici M-ari e di Reed e Solomon.
Codici convoluzionali - Diagrammi ad albero, a graticcio e di stato di un codice convoluzionale. Polinomi generatori. Distanza libera. Funzione di trasferimento e distribuzione dei pesi di un codice convoluzionale. Stima della probabilitą d'errore. Guadagno di codifica. Decodifica di codici convoluzionali. Decodifica di Viterbi. Decodifica sequenziale. Decodifica a logica di maggioranza di codici convoluzionali auto ortogonali (CSOC).
Tecniche avanzate - Cenno sulla decodifica basata su decisioni "soft". Esempi di codici convoluzionali e relative prestazioni. Cenno sui codici concatenati e turbo. Cenno sui codici traforati.

II parte - Modulazioni numeriche in banda passante
Formati di modulazione e relativa densitą spettrale di potenza - Modulazioni di ampiezza (ASK) e relativa efficienza spettrale. Modulazioni di ampiezza in quadratura (QAM) e relativa efficienza spettrale. Modulazione PAM-VSB. Modulazioni di fase (PSK) e relativa efficienza spettrale. Esempi di costellazioni PSK (QPSK e 8-PSK). Modulazione QPSK sfalsata (OQPSK). Modulazioni di frequenza (FSK) e relativa efficienza spettrale. Esempio di modulazione binaria. FSK M-arie a segnali ortogonali. FSK a fase continua (CPFSK).
Rivelazione coerente di modulazioni binarie in banda passante - Tecniche di rivelazione coerente e non coerente di modulazioni numeriche. Ricevitore ottimo e probabilitą d'errore. Analisi di prestazione delle modulazioni OOK e BPSK. Analisi di prestazione della modulazione FSK binaria. Cenni sulla sincronizzazione di simbolo e di fase.
Rivelazione non coerente di modulazioni binarie in banda passante - Distribuzione dell'inviluppo di una sinusoide affetta da rumore. Analisi di prestazione della OOK non coerente. Analisi di prestazione della FSK non coerente. Codifica e rivelazione differenziale della PSK differenziale (DPSK). Analisi comparata delle prestazioni di sistemi di trasmissione binari.

Attività d'esercitazione
Le esercitazioni consistono nella risoluzione in aula di esercizi e problemi assegnati precedentemente.

Modalità d'esame
Per coloro che seguono il corso: valutazione complessiva sulla base di verifiche scritte (intermedia e finale) ed eventuale prova orale.

Per tutti: valutazione sulla base di prove scritta e orale.

Propedeuticità
Comunicazioni elettriche A.

Testi consigliati
A. Bruce Carlson, Paul B. Crilly, and Janet C. Rutledge: Communication systems, 4th edition, McGraw Hill, 2001.

 
stampa il programma ~ torna indietro