( english version )
Geologia applicata B ( 5 CFU )
Prof. Andrea Segalini
     Tel. 0521.905952 - Fax. 0521.905924           E-mail. andrea.segalini@unipr.it

Finalità
Il corso si propone di ampliare ed approfondire le nozioni assunte nel Corso di Geologia Applicata A allo scopo di consentire agli allievi di meglio affrontare e gestire le problematiche geologiche e ambientali nella progettazione di opere civili.

Programma
Rilevamento geologico tecnico
Ricerche preliminari. Attrezzi da rilevamento. Rilevamento di campagna. Rapporto tra le diverse formazioni geologiche. Limiti geologici. Caratteri geomorfologici. Rilevamento di strutture tettoniche. Rilevamento per studi di geologia applicata.

Geologia e pianificazione territoriale
Livelli di pianificazione. Atlante dei rischi. PTCP. Carte tematiche dei PRG. Progettazione esecutiva: indagini geognostiche, sezioni litostratimetriche, modello geotecnico. PIAE. Carte tematiche PAE.

Esplorazioni geologiche del sottosuolo
I sondaggi geognostici: programmazione indagini geognostiche e geotecniche. Rappresentazione, interpretazione e correlazione dati stratimetrici.
Le prove penetrometriche: restituzione, elaborazione ed interpretazione dati. Correlazioni per la classificazione del terreno. Costruzione di profili stratigrafici ed i modelli geotecnici.
Indagini geofisiche: indagini finalizzate alla risposta sismica locale. Prospezioni sismiche in superficie. Prospezioni sismiche in foro (prova cross-hole, prova down-hole, prova tomografica). Caratterizzazione dei terreni in funzione della nuova normativa sismica.

Idrogeologia e vulnerabilità idrogeologica
Rappresentazione delle falde, tipi di carte idrogeologiche. Analisi della morfologia della superficie piezometrica. Definizione del regime della falda.
La vulnerabilità idrogeologica: metodi per la definizione della vulnerabilità e carte della vulnerabilità.

Le strade
La costruzione dei rilevati stradali e delle trincee. Stabilità del piano di posa del rilevato e verifica dei cedimenti. Qualificazione dei materiali da costruzione. Stabilità delle scarpate. Sottofondi stradali. Consolidamento dei piani di posa e delle scarpate.

La dinamica dei versanti
Nomenclatura e tipi di frane. Controlli superficiali ed indagini profonde. Il rischio geomorfologico; Pericolosità, Esposizione, Vulnerabilità. Valutazione del rischio di frana. Previsione, prevenzione e mitigazione del rischio. Le carte geomorfologiche e della stabilità dei versanti. Metodi per la bonifica ed il consolidamento delle frane e dei versanti instabili.

Opere di stabilizzazione dei versanti
Introduzione. Interventi per ridurre la resistenza al taglio mobilizzata. Interventi per aumentare la resistenza a taglio del materiale. Stabilizzazione di versanti soggetti a crolli e ribaltamenti.

Opere in sotterraneo
Gallerie superficiali e gallerie profonde. Gallerie naturali e gallerie artificiali. Indagini geologiche e idrogeologiche finalizzate alla scalta del tracciato. Problematiche di natura geologica riscontrabili durante l’esecuzione di una galleria. Metodologie e soluzioni progettuali.

Dighe ed argini in terra
Studio geomorfologico della sezione d’’imposta di una diga in terra. Il reperimento e la qualificazione dei materiali di costruzione delle dighe in terra. I diversi tipi di dighe in terra.

Tecniche di consolidamento
Interventi migliorativi dei terreni e delle rocce. Interventi conservativi.


Modalità d'esame
L’esame consiste in una prova orale.


Testi consigliati
Laura Scesi, Monica Papini – Il rilevamento geologico tecnico – CittàStudi Edizioni - Torino.

 
stampa il programma ~ torna indietro