( english version )
Architettura tecnica A ( 5 CFU )
Prof. Agnese Ghini
     Tel. 0521 905956 - Fax. 0521 905924           E-mail. agnese.ghini@mail.ing.unibo.it           Home page. http://scarch.unipr.it/

Finalità
Il corso tende a fornire i mezzi culturali e operativi di base per comprendere e affrontare i principali temi progettuali connessi al sistema tecnologico dell’organismo edilizio. Le lezioni riguardano l'illustrazione dei principi generali del costruire e l'analisi degli aspetti fondamentali della progettazione, con particolare riguardo allo studio del sistema edilizio articolato nei suoi sub-sistemi tecnologico, ambientale e funzionale-spaziale.
Particolare attenzione è riservata alla trasmissione di informazioni sul ruolo dei materiali e delle tecniche costruttive nel processo di progettazione e di realizzazione dell’architettura.
E’ finalizzato al soddisfacimento dei seguenti obiettivi didattici:
1.L’acquisizione della necessaria conoscenza delle tecniche produttive e di messa in opera, delle prestazioni tecnologiche e delle caratteristiche di sostenibilità ambientale dei principali materiali da costruzione, per un loro uso corretto nella conformazione di organismi edilizi.
2.La formazione di una capacità critica che consenta di valutare la congruenza fra scelte tecnologiche ed esigenze tipo-morfologiche e funzionali, di coordinare l’organizzazione spaziale e strutturale degli edifici, anche in rapporto a determinate esigenze espressive e di inserimento nel contesto.
3.L’acquisizione di una metodologia operativa in grado di evidenziare, interpretare e successivamente controllare i nessi tra l’ideazione dell’organismo edilizio e la progettazione dei singoli elementi costruttivi e delle modalità di impiego nel sistema, tenendo conto dei procedimenti esecutivi, delle istanze normative, dei criteri di compatibilità ambientale ed ecologica.

Il programma didattico si avvale di lezioni frontali, brevi approfondimenti affidati ad esperti ed aziende di settore, visite guidate in cantiere, esercitazioni in aula.

Programma
Il progetto architettonico; il progetto tecnologico
Il processo edilizio: le fasi e gli operatori
L’organismo edilizio nei suoi sub-sistemi tecnologico, ambientale e funzionale-spaziale ed individuazione dei relativi requisiti e prestazioni
Il sistema ambientale
Il sistema funzionale-spaziale
Il sistema tecnologico: scomposizione e classificazione per classi di unità tecnologiche, unità tecnologiche e classi di elementi tecnici.
I materiali per l’edilizia e i principali sistemi e procedimenti costruttivi
Le strutture portanti di fondazione
Le strutture portanti di elevazione e contenimento
Le chiusure orizzontali
Le chiusure verticali
Le partizioni interne ed esterne
I sistemi di collegamento verticale
Elementi di bioclimatica
Gli impianti per gli edifici residenziali
La tecnologia dell’involucro e il risparmio energetico

Attività d'esercitazione
Esse prevedono la lettura, secondo parametri tecnico-costruttivi, del sistema tecnologico di un organismo edilizio a destinazione residenziale.
L’indagine preliminare consentirà di descrivere la “struttura” del manufatto, intesa come esito di un sistema di relazioni, di elementi di fabbrica tra loro correlati ed integrati. La codificazione degli elementi dovrà ricondursi sia ad un approccio classificatorio approssimativo e intuitivo associato alla natura fisica e al ruolo funzionale degli elementi (v. Mandolesi), sia al principio normativo di scomposizione disponibile in UNI 7867, parte IV e in UNI 8290, parte I.
In seguito si definiranno gli obiettivi prestazionali dell’organismo e del sub-sistema tecnologico e delle sue parti costitutive, definiti in rapporto alla elencazione disponibile nella normativa edilizia prestazionale locale (L.R. E.R. 30/90 e L.R. E.R 31/02) e internazionale (Dir. CE 89/106).
Sulla base delle informazioni ricavate dalla lettura preliminare si procederà all’applicazione del programma “casa-clima”, procedura riconosciuta e condivisa dai principali enti competenti italiani e internazionali, originariamente elaborata dall’Amministrazione provinciale di Bolzano, per la valutazione del risparmio energetico. Per lo svolgimento di questa fase applicativa gli studenti verranno suddivisi in gruppi di lavoro.

Il tema di esercitazioni potrà subire modifiche ed assestamenti nel corso delle primo mese di lezione.

Modalità d'esame
L’esame si baserà su una prova orale sui temi affrontati nelle lezioni frontali e nei seminari di approfondimento, sulla valutazione del lavoro di esercitazione svolto durante il semestre e sulle prove individuali ex tempore.

Ex tempore
Sono previste delle prove di progetto individuali, in aula, sui temi affrontati durante le lezioni frontali


Testi consigliati
Torricelli M. C., Del Nord R., Felli P., Materiali e tecnologie dell’architettura, Laterza, Bari, 2002.
Chiostri F., Furiozzi B., Pilati D., Sestini V., Tecnologia dell’architettura, Alinea, Firenze, 1993.

Testi d'approfondimento
AA.VV., Manuale di progettazione edilizia, ed. Hoepli, voll. 1°, 2°, 3°, 4°, 5°, 6°, 1992;
AA.VV., Grande Atlante di Architettura, Atlante del Cemento, vol. 1°, UTET, Torino, 1998
AA.VV., Grande Atlante di Architettura, Atlante del Legno, vol. 2°, UTET, Torino, 1998;
AA.VV., Grande Atlante di Architettura, Atlante della Muratura, vol. 3°, UTET, Torino, 1998;
AA.VV., Grande Atlante di Architettura, Atlante dei Tetti, vol. 4°, UTET, Torino, 1998;
AA.VV., Grande Atlante di Architettura, Atlante delle Terrazze, vol. 5°, UTET, Torino, 1999.
AA.VV., Grande Atlante di Architettura, Atlante dei Vetro, vol. 6°, UTET, Torino, 1999.
AA.VV., Costruire a regola d'arte, voll. 1-7, BE-MA , Milano 1989/92,
Allen E., I fondamenti del costruire, McGraw-Hill Italia, Milano 1997,
Barbisan U. e Masiero R, Il labirinto di Dedalo. Per una storia delle tecniche dell’architettura, Franco Angeli, Milano 2000
Benedetti C., Bacigalupi V, Materiali e Progetto, Kappa, Roma 1996
Boaga G., Dizionario dei materiali e dei prodotti, Dizionari dell'Architettura UTET, Torino 1998,
Caleca L., Architettura Tecnica, 4^ edizione, Edizioni Flaccovio, Palermo, 4^ed. 1998
Cargnel G, Appunti di Materiali e progettazione di elementi costruttivi, Cluva, Venezia 2000,
Mandolesi E., Edilizia, Voll. I°, II°, III°, IV°, Edizione U.T.E.T., Torino;
Magnago Lampugnani V., Modernità e durata, Skira, Milano, 1999;
Manzini E. (a cura di), L’architettura e la complessità del costruire, Clup, Milano, 1985;
Molinari C., Elementi di cultura tecnica, Maggioli, Rimini 1996,
Mutti A, Provenzani D., Tecniche costruttive per l’architettura, Kappa, Roma 1989,
Nardi G., Le nuove radici antiche, Franco Angeli, Milano, 1992;
Neufert E., Enciclopedia pratica per Progettare e Costruire, ed. Hoepli, 1981;
Petrignani A., Tecnologie per l’architettura, Grlich, Novara 1992,
Piardi S., Costruire edifici sani, Maggioli, Rimini, 1996;
Piardi S., Il paradosso normativo, Clup, Milano, 1994;
Quaroni L., Progettare un edificio, Mazzotta, Milano, 1977;
Rossini G., Segrè D., Tecnologia edilizia, 6 voll. Hoepli, Milano, 1991;
Sinopoli N., Alla ricerca dell’innovazione, Franco Angeli, Milano 2002;
Sinopoli N., La tecnologia invisibile, Franco Angeli, Milano, 1997;
Sinopoli N., Zannoni G, Repertorio di progetti e di particolari costruttivi , Weka, voll. 1-2, Milano 1993/94,
Torricelli M.C. (a cura di), Le partizioni interne, Ed. Laterconsult, Roma;
Tubi N., La realizzazione delle murature in laterizio, Ed. Laterconsult, Roma;
Tubi N., La realizzazione dei solai in laterizio, Ed. Laterconsult, Roma;
Zennaro P., Architettura dei materiali, Progetto, Padova 1995,
Zevi B., Il nuovo manuale dell'architetto, Mancosu Editore, 1996
 
stampa il programma ~ torna indietro